IL TUO CARRELLO
 Articoli inseriti: 0
 Spesa prodotti : 0,00
Visualizza il contenuto del carrello
HOME PAGE   |    CHI SIAMO   |    DOVE SIAMO   |    PARTNERS   |    RICETTE   |    RUBRICHE   |    NEWS E EVENTI   |    NEWSLETTER - SMS   |    LINKS   |    CONTATTI
Cerca prodotto:  
INFO ACQUISTI E PAGAMENTI
   .: Spedizioni
   .: Sicurezza
   .: Pagamenti
AREA UTENTI
PRODOTTI DEL SALENTO
Prodotti tipici - Arte
   .: Caraffe
   .: Tamburelli
   .: Tazze
   .: Oliere
   .: Piatti
   .: Cartapesta
   .: Quadri
Prodotti tipici - Gusto
   .: Vino
   .: Grappa
   .: Acquavite
   .: Condimenti
   .: Sughi
   .: Marmellate
   .: Olio
   .: Patè
   .: Caffè
   .: Pasticciotto
Idee Regalo
   .: Cesti regalo
   .: Idee regalo
Bomboniere per cerimonie
   .: Ciotole
   .: Magnete
   .: Nina Sposa
   .: Porta uovo

 SEI IN: HOME > LETTURA NEWS O EVENTO
11/05/2013 - Non fare il Galletto
Quotidiano di Puglia

A chi non è mai successo di apostrofare mariti e fidanzati un po' troppo esuberanti con la frase "Non fare il galletto"? Sicuramente l'immagine che si è accompagnata al bonario rimprovero è quella della fiera, manifesta mascolinità del galletto. Da qualche tempo è ritornato il quasi estinto galletto leccese, il Paul Newman dell'aia, degno per beltà, di svettare come segnavento su terrazze e tetti delle case padronali di un tempo e per bontà, di imbandire la tavola nei giorni di festa. Pensare che qualche decennio fa, il galletto leccese e sua "moglie" la gallina, sembravano condannati all'estinzione, vittime di quella globalizzazione che, insieme alle frontiere dei mercati, ha abbattuto con la sua forza dirompente, anche la diversità che Madre natura ha assegnato a prodotti e territori del Mondo, nelle diverse stagioni. Uova nel cartone e pollo allevato, spesso in batteria, si trovano facilmente, costano poco e si cucinano in fretta. L'epoca del galletto leccese, quando per cuocere la sua carne passavano ore e le uova si mangiavano se la gallina aveva lena per farne, sembrava quindi al tramonto. Così non è stato grazie ad un gruppo di volenterosi amanti della biodiversità di stanza a Corigliano d'Otranto. E' là, infatti, nel cuore della Grecìa Salentina che ha casa l'aziedna di produzione biologica Gaia, Sergio Falconieri ne è il presidente e l'agronomo. Uova bianche e piume verniciate per lei, coda a bersagliere, taglia media e portamento imponente per lui, gallina e gallo leccese sono stati descritti e selezionati negli anni 30 da Attilio Biasco. Lo scienziato ha selezionato l'animale, lo ha adattato al clima torrido della terra salentina, ha fatto in modo che fosse resistente alle malattie, rigorosamente in modo naturale. E' quindi, con gioia ed entusiasmo che la ritrovata famigliola della specie "Gallus gallus" ha messo su casa da Gaia, oggi si contano circa trecento esemplari di galletto leccese, sempre più ricercato dagli amanti del buon vivere all'insegna dello slow salentino.
Di Paola Ancora che si ringrazia

Gallo Leccese. Foto di Gino Di Mitri.

 
 
HOME PAGE   |    CHI SIAMO   |    DOVE SIAMO   |    PARTNERS   |    RICETTE   |    RUBRICHE   |    NEWS E EVENTI   |    NEWSLETTER - SMS   |    LINKS   |    CONTATTI
© Arte-gusto.it di Domenico Congedo - Tutti i diritti riservati - Cell. +39 3773159939 - Piazzale Milano, 2, 73100 Lecce (LE)
Realizzazione sito web Smartcom srl - Lecce - foto di Giorgio Corallo